La CISL si vende!

Universita': sindacati spaccati, Cisl revoca sciopero del 14 (ANSA)
ROMA - La Cisl ha deciso di revocare lo sciopero dell'universita' e della ricerca indetto per venerdi' 14 novembre. La decisione della revoca dello sciopero è stata presa perché la Federazione Cisl-università e la Fir-Cisl (Ricerca) considerano positivamente l'incontro di ieri con il Ministro Gelmini. "Abbiamo deciso la revoca dello sciopero - spiega Antonio Marsilia, segretario generale Cisl Università - perché il ministro con il documento sottoscritto si è impegnato a modificare alcuni passaggi importanti della manovra governativa sull'università e a dare risposte concrete alle richieste contenute nella piattaforma per lo sciopero del 14 novembre". Nel corso dell'incontro di ieri, secondo la Cisl, il ministro "ha dimostrato ampia disponibilità ad affrontare positivamente le richieste sindacali e a trovare soluzioni concrete in tempi certi". In tal senso è stato firmato, con esclusione della Flc-Cgil, un documento di impegni circa l'individuazione delle risorse contrattuali per il biennio economico 2008-2009 (per tutti i settori); la restituzione dei tagli al fondo per il trattamento accessorio; la stabilizzazione di precari, utilizzo del turn over e ampliamento dotazioni organiche (Ricerca); il reperimento di risorse aggiuntive per il contratto Afam (Alta formazione artistica e musicale) 2006-2009 e stabilizzazione per docenti e tecnici amministrativi precari del comparto; l'apertura immediata di specifici tavoli di confronto per università, Afam e ricerca per definire le linee di riforma dei comparti. "Il Ministro ci ha assicurato - spiega ancora Marsilia - che gli impegni assunti saranno ratificati dal Governo. Mi sembra un buon punto di partenza per dare vita a una condivisa e moderna politica riformatrice delle istituzioni più importanti per il progresso civile ed economico del Paese e ci aspettiamo segnali precisi a partire dalla conversione in Legge del Decreto 180 il cui iter si è avviato ieri al Senato".

Trovate qui il comunicato con il quale la CISL annuncia la revoca dello sciopero.


CHE SCHIFO!!!!!

4 commenti:

Gap ha detto...

cara Fior,
quando un padrone paga qualcuno che prende i soldi, metaforici e reali, ci deve essere. I lavoratori dovrebbero prendere nette posizioni per far fuori sindacalisti che non fanno i loro dovere. Per come la vedo io, il sindacato è ancora importante, fondamentale e ciò andrebbe forse spiegato a Bonanni, Angeletti e più che spesso anche ad Epifani.

il Russo ha detto...

Anch'io sono contro un certo qualunquismo che butta merda su tutti i sindacati a prescindere.
Oggi, come nel 2002 ma la gente ha la memoria moooolto corta, la cisleccaculo dimostra di essere un sindacato padronale.
Uno sputo in faccia ai suoi tesserati oltre che ai suoi dirigenti, perchè restando dentro avallano le scelte del vertice.
Solidarietà alla Cgil ed ai suoi militanti, gli unici, in un momento così difficile, a tenere ancora la schiena dritta!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Io mi limito solo ad un che schifo come fai tu.Ciao Fior

Luz ha detto...

Passo e lascio un saluto e un abbraccio a te che stai combattendo così tanto per un picccolissimo miglioramento di vita. Non abbatterti.
Un bacio. Luz